Concerto per il giorno della memoria: E come potevamo noi cantare


p1140476

Giornata della memoria

E come potevamo noi cantare?

Anna Maria Castelli, letture e canto

Thomas Sinigaglia, fisarmonica – Adriàn Fioramonti, chitarra

MARTEDI 24 GENNAIO, ORE 21.00

Kilometrozero – Circolo Ricreativo culturale 25 aprile – Via Bronzino 117 – Firenze

Apericena ore 19.30

Concerto ore 21.00

Ingresso: apericena + concerto € 15,00

concerto € 10,00

– – – – – – – –

GIOVEDI 26 GENNAIO, ORE 21.15

Teatro Alfieri – Sala Pastrone – Via Al Teatro, 2 – Asti

Anna Maria Castelli offre il suo personale omaggio ad uno degli eventi più tragici che hanno segnato e segnano tuttora la storia del mondo intero. Per farlo ha scelto i testi di uno dei testimoni più rappresentativi, Primo Levi, affiancato dal grande poeta Salvatore Quasimodo, non dimenticando però di dedicare alla musica ampio spazio, quello spazio negato e sostituito da un silenzio muto dal quale solo le grida di dolore potevano innalzarsi.

Musiche e testi che contengono le voci di denuncia della banalità di un male programmato ma anche voci che evocano un mondo nuovo, un mondo liberato. A Pietà l’è morta, Auschwitz, Quei briganti neri, si aggiungono nuove voci, quasi a comporne una unica, corale piena di speranza e d’amore come quella di  Leonard Cohen con la sua Dance me to the end of love, o il Cantico dei Cantici di Milly, il canto tradizionale di Jerusalem of gold insieme alla struggente ninna nanna Cinquecento catenelle d’oro.

Un mondo quasi onirico reso possibile dalle atmosfere evocative create dalla voce di Anna Maria Castelli, dalla fisarmonica di Thomas Sinigaglia e dalla chitarra di Adriàn Fioramonti, atmosfere che vi prenderanno per mano accompagnandovi nel ricordo della memoria e del cuore, permettendo anche a chi non ne è stato diretto testimone di raccogliersi intorno a tutte quelle voci spente, a tutte le vite ignobilmente spezzate, in un unico, grande abbraccio.

 

Annunci

Anna Maria Castelli all’Archivio di Stato di Asti venerdì 15 novembre, ore 21.30


p.a.m. trio ABNER

P.A.M. trio in “Poeti dell’America latina”

Anna Maria Castelli, voce – Giulio D’Agnello, cajon, charango, voce, strumenti a fiato – Adriàn Fioramonti, chitarra

Venerdi 15 novembre, alle ore 21.30 alla Sala del coro “B.Alfieri” dell’Archivio di Stato di Asti, ospite della rassegna “Asti in concerto”, P.A.M. trio presenterà “Poeti dell’America latina”, un viaggio straordinario all’interno della Canzone d’Autore Ispano-Americana, le sue scuole più prestigiose, i suoi autori ed interpreti più significativi.

Poeti dell’America latina nasce dall’intenzione di ricordare un altro tragico 11 settembre, quello del 1973, quando un golpe militare sanguinoso e crudele pose fine al mandato e alla vita di Salvador Allende, il Presidente democraticamente eletto dal popolo cileno. Un dramma che ha compiuto quarant’anni, del quale non  si può né si deve perdere la memoria. 

Un concerto che percorre l’intero continente, dalla Nueva Trova Cubana con i suoi esponenti più rappresentativi come Silvio Rodriguez e Pablo Milanès, alle stupende canzoni di Victor Jara e Violeta Parra che il pubblico italiano conobbe e apprezzò grazie agli Inti-Illimani, alla zamba argentina, alle musiche di Ariel Ramirez, alle interpretazioni di Mercedes Sosa.

Conducono questo straordinario viaggio tra canzone e poesia, tre appassionati interpreti di questo meraviglioso universo sonoro: la cantattrice Anna Maria Castelli, figura di primissimo piano nell’ambito della Canzone d’autore e del Teatro Canzone, il chitarrista argentino Carlos Adriàn Fioramonti, raffinato e versatile musicista proveniente dal Jazz e dal Tango argentino e il polistrumentista Giulio D’Agnello, docente e studioso di Musica Etnica che impiega nello spettacolo parte della  gamma degli strumenti a corda tradizionali sudamericani come il cajon, il cuatro venezolano e il charango.

Assolutamente da non perdere!