ANNA MARIA CASTELLI E ADRIÀN FIORAMONTI IN CONCERTO GIOVEDI 4 AGOSTO


Anna Maria e Adrian normale

 

GIOVEDI 4 AGOSTO, ORE 21.30 – CASA DEL POPOLO 25 APRILE, VIA BRONZINO 117 – FIRENZE

un concerto per chi non va in vacanza o c’è già stato o deve ancora partire.

ANNA MARIA CASTELLI E ADRIÀN FIORAMONTI

 proporranno uno dei loro viaggi sonori ed emotivi, dedicato alla canzone d’autore italiana ma non solo, sotto il cielo della Casa del Popolo 25 Aprile, in Via Bronzino 117, a Firenze.

Un’occasione per gustare una serata piacevole, fresca e, per chi volesse, anche la pizza dell’ormai a detta di molti, fantastico Yuri, il pizzaiolo Made in Italy di “Kilometrozero”.

La pizzeria aprirà alle 19.30 mentre il concerto inizierà con tutta calma e relax alle 21.30.

Pizza + concerto: € 15,00

Concerto: € 10,00

Per la pizzeria si suggerisce la prenotazione.

Vi aspettiamo con grande piacere.

Un caro saluto a tutti voi.

 

 

Annunci

Sergio Staino, Anna Maria Castelli e Adriàn Fioramonti in Assassination tango



Locandina Assassination tango Staino

Al Teatro Piermarini di Matelica il prossimo 21 febbraio, alle ore 21.15, con Sergio Staino e Adriàn Fioramonti parleremo un po’ di tango. Staino disegnerà con i suoi racconti la poetica e le “letras de tango” affidando all’interpretazione della mia voce e alla chitarra di Adriàn il compito di trasportarvi nelle atmosfere di questo straordinario mondo.

 

matelica

Teatro Piermarini, Matelica

 

 

 

In partenza per Dublino!


Sugar club

 

Ed eccoci in partenza! Oggi ci imbarchiamo alla volta di Dublino dove domani sera allo Sugar club, io e Adriàn presenteremo il CD “A sud” dedicato alle nostre radici. Un po’ di Napulìa quindi ma anche tango, tradizionale, contemporaneo, suggestivo ed affascinante.

Il ricordo che conservo a distanza di anni dello Sugar club (eh si, ne sono passati già 8 da quando vipresentai  il fortunato progetto dedicato ai cantautori della scuola genovese) è di un pubblico caldo, accogliente e straordinariamente aperto. Decisamente un gradito ritorno 🙂

A sud

Playlist Youtube


In segno di profondo ringraziamento e riconoscenza per chi ha perso un bel po’ di tempo a rintracciare video che, confesso, io per prima non ricordavo neanche più di avere, ecco la playlist contenente una bella ed intensa panoramica della mia carriera…fino ad oggi.

Grazie!!

 

http://youtu.be/Cho8KIQpEjQ?list=PLz4x2z6SYbDaxOj8i-Mdo0gFnUFP2_0IA

 

 

 

Piccole scoperte…..


140821-laverdi-bacalov-113

 

Oggi ricercando il link di un mio vecchio video ho scoperto con grande sorpresa una bellissima playlist contenente 110 miei video. Un collage di una parte della mia vita artistica che, confesso, mi ha emozionata. Credo sia stato frutto di una mera operazione automatica fatta da youtube. Comunque sia danno davvero il senso della mia passione autentica per ciò che faccio, per la mia voglia di cambiare sempre repertori e sperimentarmi in cose nuove. Forse rappresenta quella cosa chiamata “maturità artistica”!

Cortile del Museo del Bargello – Anna Maria Castelli in concerto


Estate al Bargello 2014

DUE CONCERTI ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE

MUSEO DEL BARGELLO, FIRENZE

 

Palazzo del Bargello Firenze

 

MARTEDI 17 GIUGNO 2014, ORE 21.00

            

Celtica Boxoffice

concerto per arpa, armonica e voce

L’arpa celtica e la voce sono gli strumenti che hanno dato inizio alla tradizione musicale irlandese. Fu infatti con l’arpa che Amergin, il primo bardo irlandese, compose il suo canto, quando per la prima volta i Celti misero piede sulla terra d’Irlanda. Dana, dea dei Tuatha de Danann, li aveva accolti cantando l’alfabeto segreto degli alberi e la sua rivelazione d’amore sciolse le corde dell’arpa. Ed è con la voce che si tramandano da tempi immemorabili i segreti degli abbellimenti della musica irlandese, i canti che fra storia e leggenda raccontano il fascino di una terra che fu abitata dai druidi, dai poeti, dai bardi. E quando, in tempi che videro proibire perfino il possesso di strumenti musicali, fu grazie alla voce, alla mouth music, che si poté raccontare ancora della vita, della morte, dell’amore e  accompagnare il piede che si muove nella frenesia della danza.

Anna Maria Castelli e Stefano Corsi presentano un percorso intessuto di arie, canzoni e ritmi che evocano le atmosfere struggenti e i ritmi coinvolgenti che hanno accompagnato quelle storie e quelle leggende.

 

GIOVEDI 19 GIUGNO 2014, ORE 21.00

 

ANNA MARIA CASTELLI E CARLOS ÀDRIAN FIORAMONTI

TANGO

 

Anna Maria e Adrian

 

                  

Un viaggio all’interno del tango d’autore magicamente interpretato dalla voce di Anna Maria Castelli,  da anni protagonista al  fianco del Premio Oscar Luis Bacalov de “La meravigliosa avventura del tango”, accompagnata da uno dei più importanti e raffinati chitarristi argentini,  Carlos Adriàn Fioramonti, sensibile interprete di questo straordinario genere. Insieme questi due artisti, grazie anche al loro background jazz, riescono a dare un’impronta nuova e, al tempo stesso, tradizionale a brani famosi di Gardel e Piazzolla con qualche incursione nel repertorio di Mercedes Sosa.

PREVENDITE

http://www.boxol.it

Celtica
http://www.boxol.it/Toscana/IT/Toscana-Dettaglio-Evento.aspx?E=99584

Tango
http://www.boxol.it/Toscana/IT/Toscana-Dettaglio-Evento.aspx?E=99588

 

 

 

Anna Maria Castelli all’Archivio di Stato di Asti venerdì 15 novembre, ore 21.30


p.a.m. trio ABNER

P.A.M. trio in “Poeti dell’America latina”

Anna Maria Castelli, voce – Giulio D’Agnello, cajon, charango, voce, strumenti a fiato – Adriàn Fioramonti, chitarra

Venerdi 15 novembre, alle ore 21.30 alla Sala del coro “B.Alfieri” dell’Archivio di Stato di Asti, ospite della rassegna “Asti in concerto”, P.A.M. trio presenterà “Poeti dell’America latina”, un viaggio straordinario all’interno della Canzone d’Autore Ispano-Americana, le sue scuole più prestigiose, i suoi autori ed interpreti più significativi.

Poeti dell’America latina nasce dall’intenzione di ricordare un altro tragico 11 settembre, quello del 1973, quando un golpe militare sanguinoso e crudele pose fine al mandato e alla vita di Salvador Allende, il Presidente democraticamente eletto dal popolo cileno. Un dramma che ha compiuto quarant’anni, del quale non  si può né si deve perdere la memoria. 

Un concerto che percorre l’intero continente, dalla Nueva Trova Cubana con i suoi esponenti più rappresentativi come Silvio Rodriguez e Pablo Milanès, alle stupende canzoni di Victor Jara e Violeta Parra che il pubblico italiano conobbe e apprezzò grazie agli Inti-Illimani, alla zamba argentina, alle musiche di Ariel Ramirez, alle interpretazioni di Mercedes Sosa.

Conducono questo straordinario viaggio tra canzone e poesia, tre appassionati interpreti di questo meraviglioso universo sonoro: la cantattrice Anna Maria Castelli, figura di primissimo piano nell’ambito della Canzone d’autore e del Teatro Canzone, il chitarrista argentino Carlos Adriàn Fioramonti, raffinato e versatile musicista proveniente dal Jazz e dal Tango argentino e il polistrumentista Giulio D’Agnello, docente e studioso di Musica Etnica che impiega nello spettacolo parte della  gamma degli strumenti a corda tradizionali sudamericani come il cajon, il cuatro venezolano e il charango.

Assolutamente da non perdere!

 

Anna Maria Castelli in concerto a Sarzana il 10 novembre


 

Anna Maria Castelli e Thomas Sinigaglia - Se io ho perso...chi ha vinto?

Anna Maria Castelli e Thomas Sinigaglia 

 

Domani, alle ore 16.00, Anna Maria Castelli e Thomas Sinigaglia saranno protagonisti di “In due parole”, un pomeriggio dedicato alla canzone d’autore, italiana e francese, per un evento privato che si terrà alla storica Caffetteria Gemmi, a Sarzana. Fra i brani scelti non mancheranno i grandi cantautori come De André, Conte, Lauzi, Fossati ma anche Yves Montand, Jacques Brel, Edith Piaf. Un pomeriggio “speciale”….

 

Immagine

Anna Maria Castelli: Il mio sodalizio artistico con Luis Bacalov


bacast-troina

 

Spesso in questi anni ho postato i miei concerti al fianco del Premio Oscar, Luis Bacalov con “La meravigliosa avventura del tango”. Dopo le notizie corse sui giornali e alla TV riguardanti la penosa questione circa il presunto plagio della colonna sonora dell’ultimo film con Massimo Troisi, Il Postino, e della conseguente diatriba nata tra Bacalov e Sergio Endrigo, molti mi hanno contattata per parlarne. Mi sembra giusto farlo qui, sul mio blog,  sia perchè trovo molto brutto l’uso che si sta facendo di una questione che, a mio avviso, vista la lunga amicizia e collaborazione che hanno preceduto la querelle legale fra Bacalov e Sergio Endrigo, avrebbe dovuto fin da subito restare fra loro sia perchè, per chi non lo sapesse, il riconoscimento da parte di Bacalov agli eredi di Sergio Endrigo a chiusura della lunga e controversa causa, ammonta a 1/6 di soli 4 dei brani che compongono l’intera colonna sonora. Se questo può considerarsi un “oscar postumo”…

Un’altra aggiunta, sempre per dovere di informazione.  Vorrei far notare a chi, con acredine, ha commentato il presunto plagio di Bacalov considerando”Il Postino”  identico a “Nelle mie notti” che non ci vogliono orecchie esperte per scoprire che le battute incriminate sono 4 e che la melodia non è la stessa. Allora cosa dire dei plagi Zucchero/Jo Coker, Emma/Isles &Glaciers solo per citarne alcuni?

Ma questo è il mondo dello spettacolo e….the show must go on!

 

I MIEI DIECI ANNI DI SODALIZIO ARTISTICO CON LUIS BACALOV

Le mezze verità nuocciono, sempre, comunque, dovunque, nella vita di tutti i giorni, nelle relazioni amorose, nelle relazioni artistiche.

Accusare  “tout court” Luis Bacalov di “plagio” della colonna sonora dell’ultimo film con Massimo Troisi, Il Postino, senza tenere conto di tutto il contesto in cui essa è nata, è una mezza verità.

Più volte, durante i nostri concerti, abbiamo parlato dell’argomento, con l’amarezza di chi, da dentro, sa che portare in tribunale vent’anni di vita, di collaborazione artistica, di amicizia, di condivisione di un elemento che,  come la musica, riesce ad accomunare popoli completamente diversi fra loro, non rende un buon servizio a niente e a nessuno.

Nel nostro recital, in questo caso dedicato al tango, Luis esegue nella prima parte frammenti del suo percorso musicale, rielaborazioni di grandi autori come Astor Piazzolla ma anche di altri brani tratti dalle sue inconfondibili musiche da film, come quella de Il Postino ma anche dell’ancor più bella, a mio modesto avviso, di Assassination Tango di e con Robert Duvall. E’ impossibile non ritrovare dentro citazioni e rimandi, come ogni buon musicista ispirato da ciò che musicalmente lo ha attraversato ha il dovere di fare.

Ma Luis Bacalov non è solo il Premio Oscar per la colonna sonora del film incriminato: quella, semmai, è stata una delle tante tappe della sua ormai lunga ed intensa carriera. E’ stato ed è molto, molto di più.

Altrimenti non si spiegherebbe come mai il colosso che ha avuto l’ardire e la sfrontatezza di comporre insieme ai New Trolls, lo storico “Concerto grosso” ha segnato un’epoca e ancora oggi, a distanza di anni è nella memoria di tutti noi.

O della sicuramente meno conosciuta ma non per questo meno titanica “Misa tango”, un’opera religiosa e allo stesso tempo laica, a dir poco straordinaria con orchestra sinfonica e coro.

E cosa dire ancora quando in anni non sospetti ha arrangiato i brani più belli della canzone italiana per interpreti del calibro di Rita Pavone, Gianni Morandi e….la lista potrebbe essere lunga?

E le musiche degli Spaghetti western da lui composti e ripresi da Tarantino nel suo recente film “Django Unchained”

Qui non stiamo parlando di un compositore che,  poco dotato di fantasia e creatività, ha composto una colonna sonora cercando di rubare qualcosa a qualcun altro, diventando famoso solo perchè ha ricevuto una statuetta (che, per sua stessa ammissione durante numerose interviste rilasciate nel tempo, ha immediatamente regalato alla sua ultima figlia come giocattolo) bensì di un compositore, arrangiatore, esecutore che ha assunto dentro di sé ogni singola nota di ogni singolo brano di ogni singolo arrangiamento da lui affrontato ed essendo noi stessi la summa di tutto ciò che abbiamo vissuto mi resta difficile estrapolare quattro misure e tacciare un artista, a cui debbo tutto il mio rispetto, di plagio.

Benvenga l’intelligenza quindi di un Bruce Springsteen o di un Jo Cocker che di fronte ad un presunto plagio capiscono invece l’importanza di essere stati fonte di ispirazione.

Ma, ancora una volta, quando la fame di successo e di denari diventa eccessiva, l’intelligenza soccombe.

E qui concludo: Luis Bacalov non ha certo bisogno di essere difeso da me e questo mio post vuole soltanto essere una testimonianza di affetto e rispetto per un uomo che ha scritto pagine importanti e significative della musica italiana dando prestigio e onore ad un Paese che, ultimamente, sembra aver perso entrambe queste caratteristiche.

 

 

 

Anna Maria Castelli recita Miss Alda, omaggio ad Alda Merini


Tratto dal recital di musica e poesia “Farfalle e rose: amore e dintorni” con testi recitati da Alda Merini ad Abner Rossi e le poesie in musica di Piero Ciampi, Gino Paoli, Francesco Guccini, Luigi Tenco, Jacques Brel, Fabrizio De André

Anna Maria Castelli, voce – Javier Girotto, sax – Marco Cremaschini, pianoforte

Teatro Fabrizio De André, Casalgrande, 14 marzo 2012

…e a proposito di poesia…

 

 

Perchè non venite?

 

http://www.annamariacastelli.org

annamariacastelli.wordpress.com