Arcobaleno d’estate – Firenze, Parco Chiesa S.Bartolomeo a Monte Oliveto


images-1

 

 

 

 

 

 

 

http://www.turismo.intoscana.it/site/it/arcobaleno/evento/Arcobaleno-dEstate-alla-Chiesa-di-S.Bartolomeo-a-Monte-Oliveto/

 

Tre brindisi di benvenuto all’estate si terranno nei pomeriggi del 20, 21 e 22 giugno a Firenze, nel Parco della Chiesa di S.Bartolomeo a Monte Oliveto, a pochi passi dalla storica porta di San Frediano e alle spalle di Villa Strozzi. A partire dalle ore 18.00 visita guidata a questo gioiello del 1300 (Patrimonio Unesco) costruito dall’Architetto Michelozzo di Bartolomeo Michelozzi, custode di rare bellezze come Il Cenacolo del Sodoma o l’Assunzione del Passignano.

A seguire concerti e reading di Anna Maria Castelli, Carlos Adriàn Fioramonti, Abner Rossi e il Coro L’Altrocanto diretto dal fondatore dei Whisky Trail, Stefano Corsi (22 nell’adiacente Limonaia di Villa Strozzi).

Programma
20 giugno – ore 18.00 visita guidata
ore 19.00 concerto Anna Maria Castelli e
Carlos Adriàn Fioramonti
Viaggio nella canzone d’autore
Brindisi finale

21 giugno – ore 18.00 visita guidata
ore 19.00 “Lunga vita ai ribelli”
Fra reading e poesia con
Abner Rossi e Anna Maria Castelli
Brindisi finale

22 giugno – ore 19.00 visita guidata
Brindisi e…
tutti alla Limonaia di Villa Strozzi per
il concerto del coro diretto da Stefano Corsi,
L’Altrocanto in “Un canto d’Irlanda”

Nessun biglietto, solo un’offerta libera alla Chiesa di San Bartolomeo a Monte Oliveto e le sue meraviglie.

Per informazioni o istruzioni su come arrivare scriveteci a : sanbartolomeomonteoliveto@gmail.com

 

images

Annunci

Cortile del Museo del Bargello – Anna Maria Castelli in concerto


Estate al Bargello 2014

DUE CONCERTI ASSOLUTAMENTE DA NON PERDERE

MUSEO DEL BARGELLO, FIRENZE

 

Palazzo del Bargello Firenze

 

MARTEDI 17 GIUGNO 2014, ORE 21.00

            

Celtica Boxoffice

concerto per arpa, armonica e voce

L’arpa celtica e la voce sono gli strumenti che hanno dato inizio alla tradizione musicale irlandese. Fu infatti con l’arpa che Amergin, il primo bardo irlandese, compose il suo canto, quando per la prima volta i Celti misero piede sulla terra d’Irlanda. Dana, dea dei Tuatha de Danann, li aveva accolti cantando l’alfabeto segreto degli alberi e la sua rivelazione d’amore sciolse le corde dell’arpa. Ed è con la voce che si tramandano da tempi immemorabili i segreti degli abbellimenti della musica irlandese, i canti che fra storia e leggenda raccontano il fascino di una terra che fu abitata dai druidi, dai poeti, dai bardi. E quando, in tempi che videro proibire perfino il possesso di strumenti musicali, fu grazie alla voce, alla mouth music, che si poté raccontare ancora della vita, della morte, dell’amore e  accompagnare il piede che si muove nella frenesia della danza.

Anna Maria Castelli e Stefano Corsi presentano un percorso intessuto di arie, canzoni e ritmi che evocano le atmosfere struggenti e i ritmi coinvolgenti che hanno accompagnato quelle storie e quelle leggende.

 

GIOVEDI 19 GIUGNO 2014, ORE 21.00

 

ANNA MARIA CASTELLI E CARLOS ÀDRIAN FIORAMONTI

TANGO

 

Anna Maria e Adrian

 

                  

Un viaggio all’interno del tango d’autore magicamente interpretato dalla voce di Anna Maria Castelli,  da anni protagonista al  fianco del Premio Oscar Luis Bacalov de “La meravigliosa avventura del tango”, accompagnata da uno dei più importanti e raffinati chitarristi argentini,  Carlos Adriàn Fioramonti, sensibile interprete di questo straordinario genere. Insieme questi due artisti, grazie anche al loro background jazz, riescono a dare un’impronta nuova e, al tempo stesso, tradizionale a brani famosi di Gardel e Piazzolla con qualche incursione nel repertorio di Mercedes Sosa.

PREVENDITE

http://www.boxol.it

Celtica
http://www.boxol.it/Toscana/IT/Toscana-Dettaglio-Evento.aspx?E=99584

Tango
http://www.boxol.it/Toscana/IT/Toscana-Dettaglio-Evento.aspx?E=99588

 

 

 

Anna Maria Castelli in concerto a Firenze il 31 dicembre 2013


castelli ferré

 

E’ a Firenze che il prossimo 31 Dicembre, alle ore 22,30, Anna Maria Castelli terrà il suo concerto “Hop…la leggerezza” accompagnata dalla chitarra di Giulio D’Agnello. Un viaggio nella canzone d’autore a lei tanto congeniale senza dimenticare “Farfalle e rose”, bellissimo libro di poesie di Abner Rossi del quale non mancherà di recitare qualche brano.

Per informazioni telefonate al 347 3621127

Anna Maria Castelli in concerto: “Poeti dell’America latina”


p.a.m. trio ABNER

Ritorna “Pomeridiana”presso la Chiesa di S.Bartolomeo a Monte Oliveto, a Firenze

Alle ore 17,30 di domenica 3 novembre il p.a.m. trio, composto da Anna Maria Castelli alla voce, Giulio D’Agnello al charango, cajon e strumenti a fiato e Adriàn Carlos Fioramonti alla chitarra, presenteranno in concerto “Poeti dell’America latina”.

La modalità è sempre la stessa: una rapida visita guidata alla bellissima chiesa di S.Bartolomeo, momento musicale e, a seguire, un brindisi.

Non è previsto nessun biglietto d’ingresso ma solo una libera offerta alla chiesa che, come immaginate, richiede molte cure.

Per poter approntare anche qualche “sfiziosità” è gradita una gentile conferma.

Ecco la presentazione:

Questo progetto nasce dall’intenzione di ricordare un altro tragico 11 settembre, quello del 1973 quando un golpe militare

sanguinoso e crudele pose fine al mandato e alla vita di Salvador Allende, il Presidente democraticamente eletto dal popolo

cileno.

Un dramma che compie quarant’anni, del quale non si può né si deve perdere la memoria.

Poeti dell’America latina  percorre l’intero continente dalla Nueva Trova Cubana, con i suoi esponenti più rappresentativi,

Silvio Rodriguez e Pablo Milanès, dal Joropo suonato con il cuatro venezolano al tiple colombiano e al charango degli altipiani

andini.

Testi recitati di Pablo Neruda, Gabrièla Mistral,  Alfonsina Storni, José Marti uniti ai brani indimenticabili di Violeta Parra e Victor

Jara passando attraverso la nueva canciòn chilena ma non solo: un viaggio straordinario all’interno della Canzone d’Autore Ispano-

Americana, le sue scuole più prestigiose, i suoi autori ed interpreti più significativi.

Tre gli appassionati interpreti di questo meraviglioso universo sonoro: la Cantattrice Anna Maria Castelli, figura di primissimo

piano nell’ambito della Canzone d’Autore e del Teatro Canzone, il chitarrista Carlos Adriàn Fioramonti, raffinato e versatile

musicista proveniente dal Jazz e dal Tango Argentino ed il polistrumentista Giulio D’Agnello, docente e studioso di Musica etnica.

Come raggiungerci: passata Piazza Pier Vettori e imboccando Viale Aleardo Aleardi, dopo pochi metri sulla destra troverete una strada, via di MonteOliveto (solitamente c’è il cinema estivo Chiardiluna ma l’insegna attualmente è coperta). Prendetela e cominciate a salirla fino a quando non vi troverete sulla destra l’indicazione “strada senza uscita” e “Monastero Monte Oliveto”. Girate a destra e arrivate fino al muro in pietra con il cartello giallo indicante “Chiesa di S. Bartolomeo”. Girate e arrivate fino al cancello. Lì sarete arrivati!

Sul navigatore inserite: via di Monte Oliveto 72/a

Tenete comunque a portata di mano il numero 347 3621127  per eventuali difficoltà o ulteriori indicazioni

Anna Maria Castelli – Masterclass permanenti e lezioni individuali a Firenze: Canto jazz e interpretazione


Foto4

NEL CUORE DELLA SPLENDIDA FIRENZE ANNA MARIA CASTELLI ORGANIZZA MASTERCLASS E LEZIONI INDIVIDUALI DI

CANTO JAZZ E INTERPRETAZIONE

La Cantattrice Anna Maria Castelli, una delle migliori interpreti del panorama nazionale con al suo attivo collaborazioni importanti come quella con il Premio Oscar Luis Bacalov, Giorgio Albertazzi, Omero Antonutti, Giorgio Gaslini, Renato Sellani, Gianni Coscia, solo per citarne alcuni organizza masterclass permanenti e lezioni individuali a Firenze di canto jazz e interpretazione.

I corsi si terranno in uno splendido complesso monastico, a soli 10 minuti dal Ponte Vecchio con le seguenti formule:

Masterclass

weekend  (12 ore complessive) o, in alternativa, una sola giornata (8 ore)

Lezioni individuali

Su appuntamento (75 minuti)

_____________________

Grazie alla sua pluriennale esperienza in vari ambiti musicali che va dal tango al jazz, dalla canzone francese a quella d’autore unita all’utilizzo della recitazione,  Anna Maria Castelli è in grado di svolgere sia funzioni di formatrice che di personal vocal coach, tutor, counselor.

Per informazioni: Paola Landi 339 6538912  – paolalandi33@gmail.com

BIOGRAFIA SINTETICA DELL’ARTISTA

Nata a Milano, di origini napoletane e vissuta per molto tempo in Svizzera, inizia a cantare giovanissima. La sua attività artistica è molto intensa, soprattutto all’estero. Uno dei più prestigiosi festival internazionali, il Montreux Jazz Festival che l’ha invitata per due edizioni consecutive, l’ha considerata una fra le prime cinque 5 voci al mondo. Ricercatrice curiosa, alterna al suo interesse per il jazz, il tango, la canzone d’autore, il teatro, il teatro musicale del quale è considerata una delle maggiori interpreti europee.

Nel jazz ha collaborato con Giorgio Gaslini, Gianni Coscia, Renato Sellani, Simone Guiducci, Kyle Gregory, Stefania Tallini, Salvatore Maiore. Interessata alle avanguardie musicali è stata la protagonista impegnata in un progetto di musica elettronica con alcuni ricercatori del Dipartimento di Musicologia dell’Università di Helsinki.

Nel 2002 è la protagonista, a Vilnius e Kaunas, della prima mondiale assoluta de “L’Opéra du Pauvre“, opera inedita composta per sola voce cantante e recitante, orchestra sinfonica e coro dal grande poeta, compositore e chansonnier francese Léo Ferré, con la Lithuanian State Symphony Orchestra diretta dal M° Massimo Lambertini.

Sempre nel 2002 vince il Premio Musica Europa con “Opéra Tango” con il Gruppo del bandoneonista uruguayo Hector Ulises Passerella. Nel 2005 diventa la protagonista del progetto tuttora in distribuzione “La meravigliosa avventura del tango” al fianco del Premio Oscar Luis Bacalov.

Ha partecipato, come protagonista, allo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Giorgio Albertazzi dal titolo “Borges in Tango” (dedicato ai testi poetici di Borges e alle musica di Piazzolla). Sempre in teatro al fianco di Omero Antonutti (attore cinematografico di grande spessore, protagonista dello splendido film dei Taviani, Padre padrone) con “Tu non eri che la notte….two years later” e “Religioni contro” e al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Il Rossetti di Trieste, in un songspiel scritto dal musicologo Gianni Gori che l’ha vista protagonista al fianco dell’attore Mario Valdemarin.

Valente attrice oltre che cantante, nel luglio 2004 viene invitata come artista del genere Teatro Canzone alla prima edizione del Festival “Giorgio Gaber” alla Cittadella del Carnevale di Viareggio. Da allora è protagonista di vari spettacoli dedicati a questo grande autore, fra i quali l’originale “Se io ho perso…chi ha vinto?”, a firma Abner Rossi-Mario Berlinguer e, in occasione del decennale della scomparsa “Hop…la leggerezza: Gaber…dopo Gaber”.

Oltre al Premio Musica Europa riceve nel 2003 il Premio Antigone, 2007 Premio Portovenere Donna, premio prestigioso consegnato nelle edizioni precedenti a donne come Margherita Hack, Franca Valeri, Paola Gassman, Rita Levi Montalcini, Dacia Maraini. Nel 2008 viene insignita dal Presidente Giorgio Napolitano “Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana “ per meriti artistici e nel 2010 riceve insieme a Luis Bacalov il premio Ignacio Corsini.

Intensa la sua attività concertistica all’estero con all’attivo oltre 40 Nazioni. Con il progetto “Sous le ciel de Paris – Omaggio a Edith Piaf” è stata ospite della Novosibirsk Chamber Orchestra nel 2011 e nel 2012 ha iniziato un’intensa attività concertistica, sempre in Siberia, con I Virtuosi di Krasnoyarsk.

Ampia la sua discografia: Something to remember (con Gianni Coscia e Renato Sellani) uscito per la prestigiosa e classica etichetta Fonè di Giulio Cesare Ricci, (ristampato nel 2012 in edizione limitata 24kGold e in vinile) “Singing Modugno”, “Fiori d’Amore e d’Anarchia”, “C’est toujours la même chanson” dedicato ai cantautori della “scuola genovese”, “Mare di mezzo – Mediterraneo”, (R)esistere realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Musicologia dell’Università di Helsinki, “Se io ho perso…chi ha vinto?” per l’etichetta “Maremosso Edizioni.

Attualmente, affiancata dal chitarrista Simone Guiducci e dal clarinettista e sassofonista Achille Succi, sta presentando il suo nuovo progetto “Com’è profondo il mare -Lucio Dalla in jazz”.