Concerto per il giorno della memoria: E come potevamo noi cantare


p1140476

Giornata della memoria

E come potevamo noi cantare?

Anna Maria Castelli, letture e canto

Thomas Sinigaglia, fisarmonica – Adriàn Fioramonti, chitarra

MARTEDI 24 GENNAIO, ORE 21.00

Kilometrozero – Circolo Ricreativo culturale 25 aprile – Via Bronzino 117 – Firenze

Apericena ore 19.30

Concerto ore 21.00

Ingresso: apericena + concerto € 15,00

concerto € 10,00

– – – – – – – –

GIOVEDI 26 GENNAIO, ORE 21.15

Teatro Alfieri – Sala Pastrone – Via Al Teatro, 2 – Asti

Anna Maria Castelli offre il suo personale omaggio ad uno degli eventi più tragici che hanno segnato e segnano tuttora la storia del mondo intero. Per farlo ha scelto i testi di uno dei testimoni più rappresentativi, Primo Levi, affiancato dal grande poeta Salvatore Quasimodo, non dimenticando però di dedicare alla musica ampio spazio, quello spazio negato e sostituito da un silenzio muto dal quale solo le grida di dolore potevano innalzarsi.

Musiche e testi che contengono le voci di denuncia della banalità di un male programmato ma anche voci che evocano un mondo nuovo, un mondo liberato. A Pietà l’è morta, Auschwitz, Quei briganti neri, si aggiungono nuove voci, quasi a comporne una unica, corale piena di speranza e d’amore come quella di  Leonard Cohen con la sua Dance me to the end of love, o il Cantico dei Cantici di Milly, il canto tradizionale di Jerusalem of gold insieme alla struggente ninna nanna Cinquecento catenelle d’oro.

Un mondo quasi onirico reso possibile dalle atmosfere evocative create dalla voce di Anna Maria Castelli, dalla fisarmonica di Thomas Sinigaglia e dalla chitarra di Adriàn Fioramonti, atmosfere che vi prenderanno per mano accompagnandovi nel ricordo della memoria e del cuore, permettendo anche a chi non ne è stato diretto testimone di raccogliersi intorno a tutte quelle voci spente, a tutte le vite ignobilmente spezzate, in un unico, grande abbraccio.

 

Annunci

Anna Maria Castelli e Quartiere latino in “La Misa Criolla di Ariel Ramirez e i poeti dell’America latina”


15 maggio, ore 18.00 – Limonaia Villa Strozzi, Firenze

Concerto Natale 2014 - Pergola

 

Quartiere latino nasce dall’amore e dalla passione dei componenti per l’America latina e i suoi grandi interpreti e compositori. il chitarrista argentino Carlos Adriàn Fioramonti, raffinato e versatile musicista proveniente dal Jazz e dal Tango Argentino; il polistrumentista Giulio D’Agnello, docente e studioso di Musica Etnica; Stefano Macrillò, polistrumentista, appassionato da sempre alla cultura ispanoamaricana sia musicale che letteraria; il giovanissimo, talentuoso Vittorio FIoramonti, contrabbassista eclettico e disposto ad esplorare tutti i territori musicali, non ultimo quello latinoamericano dove affondano le sue origini.
Dall’incontro con la cantattrice Anna Maria Castelli nasce una proficua e duratura collaborazione che ha portato alla nascita del progetto Poeti dell’America latina, uno straordinario viaggio che percorre l’intero continente dalla Nueva Trova Cubana, con i suoi esponenti più rappresentativi, Silvio Rodriguez e Pablo Milanès, dal Joropo suonato con il cuatro venezolano al tiple colombiano e al charango degli altipiani andini, dalle stupende canzoni di Violeta Parra, che il pubblico italiano conobbe e apprezzò grazie agli Inti-Illimani, alla zamba argentina, alle musiche di Ariel Ramirez, alle interpretazioni di Mercedes Sosa.
Inevitabile l’incontro con la bellissima Misa criolla di Ariel Ramirez.
Sul palco per questo suggestivo viaggio, insieme ai Quartiere latino e Anna Maria Castelli il Firenze Vocal Ensemble, diretto dal M° Ennio Clari

Per chi non conoscesse la Misa criolla, è un’opera musicale per solista, coro e gruppo che utilizza gli strumenti musicali tradizionali propri del continente latinoamericano tra i quali quelli dei nativi. Di ispirazione religiosa e folcloristica, fu composta ed incisa nel 1964.
Ramirez musicò la traduzione ufficiale in lingua spagnola, approvata dalla Commissione Liturgica per l’America Latina, del testo delle preghiere che compongono la messa, traduzione nata nell’ottica della nuova riforma liturgica costituita dal Concilio Vaticano II.
L’opera è costituita da una fusione tra il genere classico e popolare e ci consegna uno stile unico. Essa integra in sé la perfetta coniugazione, nel reciproco rispetto di due mondi.
L’opera è stata interpretata da artisti di tutto il mondo tra i quali José Carreras e Mercedes Sosa (Grammy latino)

Ingresso: € 10,00 – Info e prenotazioni
347 3621127 oppure ospitalacultura@gmail.com

Anna Maria Castelli canta Edith Piaf a Firenze


LIMONAIA DI VILLA STROZZI, FIRENZE

DOMENICA 27 SETTEMBRE ORE 21.00

 

Anna Maria Castelli - Roma - Foto Masciovecchio

Sarà la splendida Limonaia di Villa Strozzi, restaurata dal Poggi, a Firenze, la cornice che domenica 27 settembre alle ore 21.00 ospiterà il concerto di Anna Maria Castelli, Sous le ciel de Paris. Un omaggio alla grande icona della canzone francese Edith Piaf, in occasione del centenario della sua nascita. Ad accompagnarla nelle emozionanti atmosfere delle più belle canzoni della Piaf il fisarmonicista Thomas Sinigaglia ed il chitarrista argentino Adriàn Fioramonti. Un appuntamento a cui non si può mancare!

Anna Maria Castelli con la “sua” Edith Piaf al PIF Festival di Castelfidardo


Manifesto Sous le ciel de Paris senza nome

 

Venerdi 18 settembre, ore 21.15, al Teatro Astra di Castelfidardo Anna Maria Castelli presenterà “Sous le ciel de Paris – Omaggio a Edith Piaf” all’interno del cartellone del PIF Festival.

Alla fisarmonica Thomas Sinigaglia, Adriàn Fioramonti alla chitarra e al contrabbasso Vittorio Fioramonti.

Un viaggio nelle magiche atmosfere dell’intramontabile icona della canzone francese nel centenario della sua nascita.

Bon anniversaire, Edith!

25 e 26 luglio: Anna Maria Castelli e il suo omaggio a Edith Piaf al Castello di Soiano del Lago e “Viaggio nella canzone d’autore” al Museo del Bosco di Roverè Veronese


images-2 12.24.19

 

Sabato 25 luglio, alle ore 21.00, nella suggestiva cornice del Castello di Soiano del Lago, “Sous le ciel de Paris – Omaggio a Edith Piaf”, un viaggio nel repertorio della fantastica icona per ricordare  l’irripetibilità di un mito che quest’anno celebra il centenario della nascita. Milord, Padam padam, Non, je ne regrette rien, La vie en rose…le più belle canzoni di Edith interpretate dalla voce di Anna Maria Castelli, accompagnata dal fisarmonicista Thomas Sinigaglia e dal chitarrista argentino Adriàn Fioramonti.

anna-maria-due-mani.jpg

 

Domenica, 26 Luglio, ore 17.00 al Museo del Bosco di Roverè Veronese, sempre al fianco di Adriàn Fioramonti e Thomas Sinigaglia in “Viaggio nella canzone d’autore”, le canzoni dei cantautori della “scuola genovese” rivisitate come solo una “cantattrice” può fare

 

Anna Maria Castelli e Luis Bacalov il 31 gennaio al Teatro Traetta di Bitonto


teatrotraetta

Teatro Comunale “Tommaso Traetta” – Bitonto, Bari

E’ in questa bellissima cornice che il prossimo 31 gennaio, alle ore 21.00, Protea Production presenterà il concerto di Anna Maria Castelli e Luis Bacalov, in occasione del decennale della loro prolifica ed intensa collaborazione. Protagonista “La meravigliosa avventura del tango”, un recital intenso che partendo da alcune rielaborazioni ma anche composizioni originali del M° Bacalov (Premio Oscar per le bellissime musiche del film con Massimo Troisi, Il Postino), eseguiti per piano solo, approderà ai tanghi più belli dei  grandi miti come Gardel, Discepolo, Manzi,  Astor Piazzolla, interpretati dalla magica voce di Anna Maria Castelli

SAN BARNABA   X GIORNATE LUIS BACALOV ANNA MARIA CASTELLI

Anna Maria Castelli in “Com’è profondo il mare – Dalla in jazz”


 

 

 

Anche se l’affanno e gli impegni di questi primi giorni di gennaio mi hanno impedito di trovare il tempo per pubblicarlo, mi sembra doveroso segnalare ciò che, ormai e con grande successo, è accaduto. E’ il mio sito ufficiale e trovo giusto lasciarne traccia. Grazie agli amici del Teatro Pedrazzoli di Fabbrico che hanno ospitato questa serata magica dedicata al grande Lucio!

Teatro-Pedrazzoli

Sabato 10 gennaio, ore 21.00 al Teatro Pedrazzoli di Fabbrico

Lucio Dalla, il cantante
Lucio Dalla, il compositore
Lucio Dalla il pianista, il clarinettista, il sassofonista…
Lucio Dalla il poeta
Lucio Dalla il capocomico
Lucio Dalla il regista teatrale
Lucio Dalla e …

quasi 50 anni di musica italiana d’autore.

Tutte le migliori canzoni come Quale allegria, Anna e Marco, Cosa sarà, Tango, Futura, solo per citarne alcune, rilette e reinterpretate dalla voce assolutamente “sui generis” di Anna Maria Castelli accompagnata da Simone Guiducci alla chitarra e Achille Succi al clarinetto e sax.

In partenza per Dublino!


Sugar club

 

Ed eccoci in partenza! Oggi ci imbarchiamo alla volta di Dublino dove domani sera allo Sugar club, io e Adriàn presenteremo il CD “A sud” dedicato alle nostre radici. Un po’ di Napulìa quindi ma anche tango, tradizionale, contemporaneo, suggestivo ed affascinante.

Il ricordo che conservo a distanza di anni dello Sugar club (eh si, ne sono passati già 8 da quando vipresentai  il fortunato progetto dedicato ai cantautori della scuola genovese) è di un pubblico caldo, accogliente e straordinariamente aperto. Decisamente un gradito ritorno 🙂

A sud

Anna Maria Castelli in “Napulìa” con Adriàn Fioramonti


Locandina Mediterranea

 

Mercoledi 16 luglio, Festival MEDITERRANEA – giardino del Castello di Calenzano

ore 21.30 – Ingresso libero

Anna Maria Castelli e Adriàn Fioramonti presentano un viaggio nella canzone d’autore napoletana

Napoli, una città. Napoli, un popolo. Napoli, una lingua, un colore, un sapore, a volte acro, a volte amaro, a volte dolce. Molto, troppo spesso questo vero e proprio patrimonio viene ridotto ad un mero “pizza, spaghetti e mandolino” vanificando la fatica che “o paese d’ ‘o sole” quotidianamente esercita per riscattarsi agli occhi del mondo. Con questo mio viaggio non ho voluto fare niente di nuovo né di radicalmente diverso rispetto a chi mi ha preceduta; ho voluto semplicemente raccontare la mia versione dei fatti, che si propone di ricercare una via più autentica e meno “turistico-commerciale”, accompagnando lo spettatore non soltanto nell’ascolto dei brani della tradizione classica come I’te vurria vasà, Uocchie c’arraggiunate, Voce e’ notte o la bellissima ballata del ‘600 O’guarracino, ma anche di brani suggestivi come quelli resi celebri dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare o le composizioni originali di Carlo Faiello, passando da alcune “chicche” di Roberto Murolo, Teresa de Sio e Pino Daniele… senza dimenticare naturalmente i “grandi” Antonio De Curtis, in arte Totò e Edoardo De Filippo. Un viaggio, un racconto, una storia secolare che ha ancora in sé la forza della poetica e della musica di un’unica lingua: quella napoletana.

Dice Anna Maria Castelli: “ho scelto come commentatore e compagno musicale Adriàn Fioramonti, argentino di nascita e italiano d’adozione. L’ho scelto per il suo amore per le radici, per il folklore, per la sua straordinaria sensibilità umana ed artistica.E, forse, con Napulìa ho deciso anche di chiudere un cerchio, una fase della mia vita iniziata ormai tanti anni fa quando mio padre emigrò allontanandomi da quella che considero ancora l’unica terra cui appartengo.”